Explorer Travel

Native Americans Heritage

da € 2.890 per persona

Self Drive nel Great American West alla scoperta della cultura dei Nativi Americani

ARRIVO E RIPARTENZA DA DENVER

16 Giorni – 15 Notti

Tour cod.  ED – GAW-02

Tour Individuale Self Drive con partenza libera

La Cultura Dei Nativi Americani

Conoscete la ricca storia delle tribù dei nativi americani e approfondite la vostra conoscenza dell’orgoglioso patrimonio degli Stati Uniti.

Abbiamo creato un itinerario che vi consenta di approfondire la cultura, la società e la storia dei nativi americani che vivono nella regione del Great American West.

Itinerario di viaggio

GIORNO 1 – ARRIVO A DENVER

Arrivo all’aeroporto internazionale di Denver,

Dopo aver espletato le formalità doganali, ritirate la vostra auto a noleggio e recatevi al vostro hotel per il check-in.

Il resto della giornata è a vostra disposizione per creare iniziare la vostra avventura nella Mile-High City

Pernottamento a Denver (The Curtis Doubletree o similare).

GIORNO 2 – DENVER

Denver coniuga perfettamente bellezza naturale e fascino di una grande città.

È stata una delle prime città negli Stati Uniti ad aderire al movimento della produzione di birra artigianale.

Per onorare questa tradizione, prendete una pinta e partecipate a uno dei tour del Denver Beer Trail, con i suoi 20 birrifici artigianali, tra cui il più antico microbirrificio della città, il Wynkoop Brewing Company.

Larimer Square, ora un vivace polo ricco di negozi, ristoranti, bar e club, è stato il primo isolato della città, fondato prima della nascita del Colorado.

LoDo (da “Lower Downtown”) è il quartiere più antico di Denver. Qui troverete lo stadio di baseball Colorado Rockies, molte gallerie d’arte e boutique e decine di ristoranti e bar.

La scena artistica di Denver è notevole: cominciate esplorando il Denver Art Museum, uno dei più grandi di tutto l’Ovest, che ospita un’importante collezione di arte nativo-americana.

Non dimenticate di visitare il Museum of Contemporary Art di Denver con le sue opere all’avanguardia in un’ampia selezione di materiali e supporti oppure fatevi un giro all’aperto tra le numerose gallerie della Mile High City.

L’Art District di Santa Fe, con le sue circa 60 gallerie, offre un tour artistico a piedi ogni primo venerdì del mese; un tour simile si tiene nel Golden Triangle Museum District con più di 50 gallerie.

Mentre passeggiate per Denver, osservate la collezione cittadina di più di 300 opere d’arte pubblica, fra cui sculture, murales e installazioni di suoni e luci.

Per saperne di più consultate le pagine illustrative su Denver e dintorni cliccando sul link The mile High City.

Pernottamento a Denver (The Curtis Doubletree o similare).

GIORNO 3 – DA DENVER A CHEYENNE (WY)

Dal 1897, Cheyenne ha celebrato le sue radici Old West con il Cheyenne Frontier Days. Il fulcro di questa celebrazione western è il più grande rodeo all’aperto del mondo, che attira professionisti d’eccellenza che concorrono per il premio di 1 milione di dollari. A corollario del rodeo giornaliero ci sono i tour “dietro i recinti”, passeggiate a cavallo ed una corsa di cavalli selvaggi. Un Native American Village, una vecchia cittadina di frontiera, un saloon, danze, pasti organizzati al carro del vettovagliamento (chuck wagon cook-off), i pancake breakfast ed una mostra d’arte completano il tema della frontiera. Ad arricchire il programma sono un parco divertimenti, uno spettacolo di aerei, un intrattenimento dal vivo con un artista famoso, bull riding professionale e numerose parate che includono antiche carrozze ed automobili. Il rodeo di classe mondiale di Cheyenne è decisamente il Daddy of ‘em All (“il padre di tutti quanti”) e si tiene ogni anno la terza settimana di luglio.
La storia del rodeo più grande del mondo e della celebrazione western è evidenziata al Cheyenne Frontier Days Old West Museum. Un importante centro storico-culturale che offre tutto l’anno programmi educativi e mostre di manufatti che celebrano la tradizione dell’American West e l’eccitante storia di questo primo sport estremo in America.

PERNOTTAMENTO: Cheyenne

GIORNO 4 – DA CHEYENNE (WY) A DEVILS TOWER (WY)

Il Devils Tower National Monument, che si staglia a più di 365 metri sopra le pianure orientali del Wyoming, è una meraviglia naturale unica nel suo genere. Visitate il Devils Tower Visitor Center per saperne di più sulla geologia della torre, sulle attività di osservazione delle stelle e sulla cultura e la storia della zona attraverso foto storiche e altre esposizioni. Fate un’escursione lungo le otto miglia di sentieri naturali vicino al monumento, oppure scalatelo! Le pareti rocciose a strapiombo della torre e le centinaia di colonne e fessure sono un canto di sirena per gli scalatori.

Durante l’estate è possibile partecipare al programma culturale estivo del National Park Service e ascoltare relatori su diversi argomenti. In alcune sere selezionate, inoltre, c’è una passeggiata con la luna piena che inizia all’imbrunire per gli escursionisti dotati di torce elettriche.

Pescare nel fiume Belle Fourche. Cercate i pesci toro neri, i pesci gatto e i famosi walleye della zona. I visitatori possono anche osservare una delle cinque specie di cani della prateria delle Grandi Pianure al villaggio dei cani della prateria. Questa fantastica opportunità si trova nella pianura alluvionale che costeggia la strada principale del parco. I visitatori possono vedere i cumuli di terra che gli animali costruiscono per le tane e la bassa vegetazione utilizzata per garantire la sicurezza della colonia.

Pernottamento: Hulett o Sundance

GIORNO 5 – DA DEVILS TOWER (WY) A HILL CITY (SD)

Il Bear Butte, una formazione geologica alta 1.200 piedi a un miglio dalle Black Hills, offre un’ampia vista sui dintorni. Un’escursione facile conduce intorno al Bear Butte Lake, mentre un’escursione più impegnativa porta alla cima su un sentiero di 1,8 miglia. La montagna è un luogo sacro per i Lakota, i Cheyenne e tutte le tribù indigene delle pianure settentrionali, che usano ancora Bear Butte come luogo di culto.

Situato a Rapid City, il Journey Museum and Learning Center riunisce cinque importanti collezioni preistoriche e storiche per raccontare la storia completa delle Grandi Pianure occidentali dal punto di vista del popolo Lakota, dei pionieri che hanno segnato la storia e degli scienziati che attualmente studiano l’area. Dopo il museo, visitate il negozio The Prairie Edge Trading Company and Galleries che offre arte, artigianato e musica dei nativi americani tradizionali e contemporanei, oltre a forniture artigianali ed erbe essiccate.

Dirigetevi verso le Black Hills e visitate l’incredibile Crazy Horse Memorial. Una volta completato, questo monumento al leader Lakota Cavallo Pazzo, e a tutti gli indiani del Nord America, sarà la più grande scultura di montagna del mondo. Oltre alla scultura in sé, il Crazy Horse Memorial offre ai visitatori una programmazione educativa e culturale sui nativi americani attraverso l’Indian Museum of North America e il Native.

Pernottamento: Hill City

GIORNO 6 – DA HILL CITY (SD) A BADLANDS N.P. (SD)

Il paesaggio di struggente bellezza del Badlands National Park emerge misteriosamente dalla prateria circostante. Le Badlands sono una meraviglia geologica caratterizzata da un labirinto di butte, canyon e burroni formati da milioni di anni di erosione. È l’unico parco nazionale che offre alloggi di base in un ambiente splendido.

Raggiungete la riserva di Pine Ridge, ai margini delle Badlands, e visitate il Pine Ridge Visitor Center, che presenta esposizioni di arte Lakota e fauna selvatica, oltre a informazioni di viaggio.

A sud di Porcupine, sulla BIA 27, il campo di sepoltura Wounded Knee Memorial è considerato sacro. Si ricorda ai visitatori di essere rispettosi durante la visita.

La Red Cloud Indian School and Heritage Center è un negozio di souvenir, un centro culturale e una galleria d’arte dei nativi americani che presenta una delle più imponenti collezioni di arte nativa storica e contemporanea del Paese. Il Centro storico dell’Oglala Lakota College è un luogo di formazione superiore nella riserva di Pine Ridge. Il college accreditato offre una vasta gamma di letteratura sui nativi americani nella libreria. I visitatori possono ammirare fotografie storiche e opere d’arte.

Pernottamento: Parco nazionale delle Badlands

GIORNO 7 – DA BADLANDS N.P. (SD) A MITCHELL (SD)

Dirigetevi verso est, attraversando il South Dakota, e fermatevi all’Akta Lakota Museum & Cultural Center di Chamberlain. Questo museo offre ai visitatori una lezione vivente sullo stile di vita dei nativi americani del passato e del presente. I visitatori possono usufruire di un mini-teatro, di esposizioni interattive, di descrizioni in inglese e lakota, di un giardino della ruota della medicina all’aperto e di un negozio di souvenir con una selezione unica di prodotti realizzati dai nativi americani.

A Chamberlain si trova anche la straordinaria Dignità: della Terra e del Cielo. Questa statua in acciaio inossidabile, alta 15 metri, raffigurante una donna nativa americana, è stata progettata appositamente per onorare le culture dei Lakota e dei Dakota.

Il Villaggio indiano preistorico e l’Archeodomo si trovano all’uscita dell’Interstate 90 a Mitchell, nel Sud Dakota. Il villaggio indiano invita i visitatori a immaginare come si viveva in un antico villaggio delle pianure di 1.000 anni fa. Il Mitchell Prehistoric Indian Village comprende un museo e un archeodomo che si estende su sei acri e si affaccia sulla riva occidentale del lago Mitchell.

L’unico palazzo del mais al mondo si trova nel cuore di Mitchell. Ogni anno viene ridipinto con nuovo mais, grano ed erba per mostrare un nuovo murale a tema che ricopre l’esterno dell’intero edificio.

Pernottamento: Mitchell

GIORNO 8 – DA MITCHELL (SD) A SISSETON (SD)

Il Good Earth State Park at Blood Run, il più recente parco statale del South Dakota, è un National Historic Landmark. Il fiume, l’abbondanza di fauna selvatica e di legname per il combustibile, le fertili pianure alluvionali, la disponibilità di catlinite (pipestone) e la protezione dai venti hanno reso l’area un crocevia della civiltà dei nativi americani dal 1300 al 1700 d.C. e forse anche più a lungo. Il sito è una capsula del tempo della cultura indigena. Non si conosce nessun altro sito Oneota di tali dimensioni e integrità negli Stati Uniti.

Quando i Dakota si stabilirono nel nord-est del South Dakota, incontrarono un’area boschiva, o cavità, piena di eventi insoliti. Ceppi d’albero incandescenti, suoni lamentosi e un ruscello che scorreva rosso, indussero i Dakota a chiamare questa cavità incantata “sica”, che significa “cattiva”. Oggi il Sica Hollow State Park è noto per i suoi sentieri escursionistici e per le passeggiate a cavallo e si trova a 15 miglia a nord-ovest di Sisseton.

L’edificio Song to the Great Spirit del Sisseton Wahpeton College è un edificio unico nell’Agency Village. È costruito a forma di quattro tamburini seduti attorno a un tamburo e può essere visto dalla Interstate 29.

Situato nella casa a due piani dell’ex governatore del South Dakota Frank Farrar, risalente al 1880, il Museo della Roccia della Preghiera nella Contea di Marshall presenta “le impronte della Roccia della Preghiera, risalenti a circa 4.600 anni fa, l’unico petroglifo indiano preistorico di questo tipo conosciuto al mondo”.

Pernottamento: Sisseton

GIORNO 9 – DA SISSETON (SD) A BISMARK (ND)

L’area di Bismarck-Mandan accoglie i visitatori da quando Lewis e Clark risalirono il fiume Missouri nel 1804. Capitale del North Dakota, Bismarck è un centro di cultura, storia e shopping. Non perdetevi attrazioni come lo zoo del Dakota, il North Dakota Heritage Center and State Museum e Fort Abraham Lincoln.

Gli eventi annuali di Bismarck-Mandan includono i Mandan Rodeo Days e lo United Tribes International Powwow. I Powwow hanno spesso un significato religioso, ma sono anche un momento in cui le persone si riuniscono, cantano, ballano, festeggiano, pregano, rinnovano vecchie amicizie e ne creano di nuove. Il Grand Entry apre la sfilata dei danzatori ed è un momento in cui i concorrenti possono segnare punti mostrando il loro stile e la loro regalia. Lo United Tribes Powwow si tiene ogni anno durante il secondo fine settimana di settembre.

Il North Dakota Heritage Center, situato sul terreno della capitale dello Stato all’uscita 159 della I-94 a Bismarck, è la sede della State Historical Society of North Dakota e il più grande museo dello Stato. Presenta mostre temporanee e permanenti che esplorano la storia della vita nelle pianure del nord dalla preistoria ai giorni nostri.

Ascoltate le storie della vita quotidiana delle tribù di nativi americani, vedete dove vivevano ed esaminate i manufatti. Il museo è aperto dalle 8.00 alle 17.00, 7 giorni su 7, tutto l’anno. L’ingresso è gratuito, le donazioni sono ben accette.

Pernottamento: Bismarck

GIORNO 10 – BISMARK (ND) 

La storia è fissata dai fortini di Fort Abraham Lincoln sulle scogliere a sud-ovest e le barche solcano il fiume Missouri, che separa Bismarck e Mandan. Fort Abraham Lincoln comprende molte attrazioni storiche, tra cui il villaggio indiano On-A-Slant, un villaggio Mandan di 400 anni fa che ha prosperato per oltre 200 anni. È possibile visitare cinque capanne di terra ricostruite, la Custer House, il granaio, il magazzino del commissario, le caserme e le scuderie. Fort McKeen era il sito originale del forte in cima alla scogliera che domina il fiume Missouri. Un tempo postazione di fanteria, fu dismesso dopo la guerra civile americana. L’interpretazione è disponibile in loco presso la Custer House e il villaggio On-A-Slant. Potrete godere di splendidi sentieri escursionistici, di un campeggio con cabine e di un Tipi per il pernottamento.

A nord di Bismarck si trova il Double Ditch Indian Village State Historic Site. Questo sito contiene le rovine di un grande villaggio di earthlodge degli indiani Mandan che si ritiene sia stato abitato per quasi 300 anni fino al 1781.

Le rovine di un antico villaggio indiano, occupato per l’ultima volta nel 1845 dagli Hidatsa e dai Mandan, sono note come Knife River Indian Villages National Historic Site ed è il luogo in cui Lewis e Clark incontrarono Sakakawea nel 1804. Il sito ospita oggi un museo moderno, un centro visitatori, un earthlodge Hidatsa e i resti di tre villaggi Hidatsa con 210 depressioni.

Pernottamento: Bismarck

GIORNO 11 – DA BISMARK (ND) A BELCOURT (ND)

Le nazioni tribali sono una parte essenziale della storia del North Dakota. Tutti sono invitati a esplorare le riserve e a sperimentare la cultura dei nativi americani imparando la storia, la lingua e le tradizioni di ciascuna tribù.

La Turtle Mountain Reservation si trova nelle colline boscose e ondulate del North Dakota centrale. Le attrazioni includono: Turtle Mountain Scenic Byway, Turtle Mountain Heritage Center, Sky Dancer Casino and Resort, Chippewa Downs, Keplin Fest e Ryan Keplin Summerfest.

Dal 1932, immerso nelle Turtle Mountains del North Dakota e del Manitoba canadese, il Giardino Internazionale della Pace è una delle attrazioni più simboliche e scenografiche del continente, un tributo alla pace e all’amicizia tra i popoli degli Stati Uniti d’America e del Canada. Il giardino comprende 2.300 acri di bellezza naturale, due laghi d’acqua dolce incontaminati, il fenomenale Giardino Formale, sentieri panoramici per escursioni e guida, fiori selvatici, cascate e una grande varietà di uccelli e animali nordamericani. Sono disponibili strutture di campeggio moderne e rustiche.

Immerso nelle scenografiche Turtle Mountains, lungo il confine tra Stati Uniti e Canada, il Lake Metigoshe State Park è uno dei luoghi di vacanza più popolari del North Dakota durante tutto l’anno. I piccoli laghi offrono eccellenti opportunità per la pesca, la canoa, il canottaggio e il nuoto. I visitatori possono godere di oltre 8 miglia di sentieri aperti agli escursionisti e alle mountain bike. In inverno, è possibile trascorrere la giornata praticando sci di fondo, racchette da neve, slittino e pesca sul ghiaccio. Visitate il Lake Metigoshe Outdoor Learning Center, che offre programmi sulla storia, la natura e le attività ricreative.

Pernottamento: Belcourt

GIORNO 12 – DA BELCOURT (ND) A WATFORD CITY (ND)

Le tribù Mandan e Hidatsa, e in seguito Arikara, vivevano una vita pacifica nelle lande lungo i fiumi Knife e Missouri. Oggi conosciute come Nazione MHA o Tre Tribù Affiliate, la loro casa si trova nella Riserva di Fort Berthold, che si trova a cavallo delle sponde nord e sud del Lago Sakakawea. Oltre ai numerosi powwow tradizionali, la Fort Berthold Reservation offre molte attrazioni interessanti e storiche.

Durante la permanenza nella riserva, assicuratevi di attraversare il Four Bears Bridge, una struttura unica che presenta caratteristiche estetiche scelte e rappresentate dalle tribù Mandan, Hidatsa e Arikara. Dalla cima del Crow Flies High Observation Point si può ammirare una vista mozzafiato sul lago Sakakawea, sulle scogliere delle Badlands e sulle fondamenta della città sottomarina di Sanish. Fermatevi al Three Tribes Museum, dedicato alla storia dei Mandan, Hidatsa e Arikara attraverso i loro manufatti. Una tappa toccante è l’Old Scouts Cemetery, dove si può rendere omaggio ai nativi americani che hanno servito il loro Paese in tempo di guerra e di pace, tra cui i guerrieri Arikara/Sanish che servirono come scout per Custer nella battaglia del Little Big Horn. L’Earth Lodge Village offre agli ospiti provenienti da tutto il mondo una formazione sulla cultura e la storia della nazione MHA.

Pernottamento: Watford City

GIORNO 13 – DA WATFORD CITY (ND) A BILLINGS (MT)

Il viaggio di oggi vi porterà a un’ora da Billings alla Riserva Crow e al sito del Little Bighorn Battlefield National Monument. Il monumento ricorda il luogo della battaglia svoltasi il 25-26 giugno 1876 tra il Settimo Reggimento di Cavalleria degli Stati Uniti, guidato dal Tenente Colonnello George Armstrong Custer, e i Sioux e i Cheyenne sotto la guida politica e spirituale di Toro Seduto. Il museo presenta mostre sulla storia della battaglia, su Custer, sulle armi, sull’archeologia, sulla vita degli indiani delle pianure e un tour a piedi con cartelli interpretativi. I programmi dei ranger sono programmati per tutta l’estate e i tour in autobus del campo di battaglia sono attivi dal fine settimana del Memorial Day al Labor Day.

La Crow Fair Celebration è il più grande evento dei nativi americani del Montana e uno dei più grandi powwows del Paese. Si tiene ogni anno a Crow Agency, Montana, dal popolo Apsáalooke della riserva indiana Crow, a sud di Hardin, Montana. Conosciuta anche come la “Capitale mondiale dei Tipi”, la Crow Fair inizia il terzo giovedì di agosto e attira più di 50.000 spettatori e partecipanti da tutto il mondo.

Proseguite per Billings, la più grande città del Montana, situata sulle rive del fiume Yellowstone. Vanta un vivace centro storico con diversi deliziosi ristoranti e microbirrifici raggiungibili a piedi.

Pernottamento: Billings

GIORNO 14 – DA BILLINGS (MT) A WIND RIVER RESERVATION (WY)

Sulla strada per la Wind River Indian Reservation fermatevi al Legend Rock State Petroglyph Site per ammirare oltre 300 petroglifi che coprono un arco temporale di migliaia di anni. Questi petroglifi vi introdurranno a molteplici culture ed epoche passate.

La tappa successiva è la Medicine Wheel Passage Scenic Byway, il percorso più settentrionale attraverso la Bighorn National Forest nelle Big Horn Mountains. Questa strada asfaltata a due corsie segue uno dei percorsi più alti dello Stato e ospita una varietà di habitat: cervi, alci, galli cedroni e altro ancora.

In seguito, dirigetevi verso il Medicine Wheel National Historic Landmark. La Ruota di Medicina, del diametro di 23 metri, e il paesaggio circostante costituiscono uno dei più importanti e ben conservati complessi di siti sacri dei nativi americani del Nord America. Nelle vicinanze si trovano numerose aree e caratteristiche di uso tradizionale degli Indiani d’America contemporanei, tra cui aree di sosta cerimoniale, aree di raccolta di piante medicinali e cerimoniali, siti di capanna sudatoria, altari, luoghi di offerta e recinti per il digiuno (ricerca della visione). Oltre a vedere una parte importante della storia, i visitatori del Medicine Wheel National Historic Landmark potranno apprezzare il viaggio attraverso la Bighorn National Forest.

Nel bacino del Wind River del Wyoming si trova la Wind River Indian Reservation. La settima riserva più grande degli Stati Uniti, comprende più di 2,2 milioni di acri e ospita le tribù Eastern Shoshone e Northern Arapaho. Qui si trovano 240 laghi, centinaia di chilometri di fiumi e torrenti e alcuni dei luoghi più speciali dello Stato.

All’interno del Wind River Hotel & Casino, la Northern Arapaho Experience Room racconta la storia del popolo degli Arapaho settentrionali attraverso dipinti, immagini, video e manufatti.

Fuori Lander si trova il Wind River Wild Horse Sanctuary. Ospita 130 mustang e i visitatori possono programmare visite guidate per visitare il ranch e conoscere i cavalli.

Partendo dalla città di Shoshoni e terminando a nord di Thermpolis, la Wind River Canyon Scenic Byway (U.S. Highway 20) conduce i viaggiatori attraverso il Wind River Canyon e la Wind River Indian Reservation. Si possono ammirare le rocce rosse delle Owl Creek Mountains, le acque blu intenso del Boysen Reservoir e i 2.500 metri di pareti rocciose verticali su entrambi i lati del canyon.

Ogni anno, i powwow includono l’Eastern Shoshone PowWow a giugno, l’Ethete Celebration & PowWow a luglio e il Northern Arapaho PowWow a settembre.

Pernottamento: Riverton o Lander

GIORNO 15 – DA WIND RIVER RESERVATION (WY) A SARATOGA (WY)

In mattinata dirigetevi a SUD-EST verso Saratoga, un luogo magico con sorgenti calde naturali e una abbondante riserva di acqua fresca, chiara e frizzante filtrata naturalmente e trasformata in lotti di birra amorevolmente lavorati.

La fabbrica di birra Snowy Mountain a Saratoga Hot Springs Resort è una tappa obbligata in questo tour.

La brewery è l’epicentro del resort e della comunità. I sapori e l’atmosfera riuniscono le persone da tutto il Wyoming.

Il processo di ammostatura, fermentazione e distribuzione sono tutti fatti in casa qui!

All’interno del birrificio, possiamo produrre alcune delle migliori birre artigianali da distribuire ai fedeli clienti e distributori, dando loro la possibilità di avere un assaggio della birra SMB, non importa dove si trovino.

Gli avventori possono provare del cibo incredibile preparato in loco, richiedere un abbinamento privato o un tour e acquistare merce come ricordo, evidenziando il marchio e le incredibili birre che abbiamo alla Snowy Mountain Brewery.

Pernottamnto al Saratoga Hot Springs Resort (WY)

GIORNO 16 – DA SARATOGA (WY) A DENVER AEROPORTO – FINE DEL TOUR E RIENTRO IN ITALIA

Partenza in direzione aeroporto di Denver.

Rilascio dell’auto agli uffici aeroportuali in tempo per il volo di rientro.

Date di effettuazione

Giornalierio:          dal 15 maggio al 31 ottobre

La quota comprende

  • Voli dai Principali aeroporti italiani
  • Tasse aeroportuali
  • Sistemazione per 15 notti in hotel
  • Noleggio auto cat. Compact con assicurazioni incluse (formula Hertz Complete)
  • Assicurazione medico-bagaglio-annullamento
  • Tasse

La quota non comprende

  • Tasse d’ingresso ai parchi nazionali
  • Trasferimenti se non diversamente specificato
  • Pasti e attrazioni, se non diversamente specificato
  • Tutte le spese personali, quali mance, bevande al tavolo, facchinaggi, lavanderia, chiamate telefoniche
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

Note

* Il programma è soggetto a possibili modifiche in base alla disponibilità dei servizi al momento della prenotazione.

* Gli ingressi ai monumenti e ai musei sono soggetti a disponibilità: L’orario di apertura dei monumenti e dei musei può essere modificato senza preavviso a causa di festività ed eventi, anche dopo la prenotazione dei biglietti.

* HOTEL CHECK-IN: di solito è possibile dopo le 14:00-16:00, quindi se le camere non sono disponibili, i clienti possono lasciare i loro bagagli nel deposito bagagli dell’hotel e ritirarli più tardi nel pomeriggio.

* HOTEL CHECK-OUT: di solito è dalle 10:00 alle 12:00, quindi se i clienti hanno una partenza più tardiva, possono lasciare i bagagli nel deposito bagagli dell’hotel

*Check-in all’aeroporto 02 ore e mezza minimo prima della

Richiedi maggiori informazioni su questo programma