Hatsumode e il nuovo anno in Giappone

Published On: 3 Settembre 2020|Tags: , |
Print Friendly, PDF & Email

Hatsumode è la prima visita al santuario nel nuovo anno, alcuni santuari e templi più famosi, come il Santuario Meiji di Tokyo, il Fushimi Inari Taisha di Kyoto, il Sumiyoshi Taisha di Osaka e lo Tsuruoka Hachimangu di Kamakura attraggono ciascuno più di un milione di visitatori per l’occasione.

Nei santuari e nei templi popolari si può vivere un’atmosfera di festa con stand gastronomici, molte persone fanno la fila per una preghiera nella sala principale, acquistano i portafortuna per l’anno nuovo e si disfano di quelli dell’anno passato. L’atmosfera più suggestiva è la visita di un tempio verso la mezzanotte di Capodanno, quando la campana del tempio suona ripetutamente.

Per ospitare l’attività di hatsumode, le principali linee ferroviarie urbane e le linee che servono i santuari e i templi popolari, come i Santuari di Ise e il Tempio Naritasan, percorrono la notte dal 31 dicembre al 1° gennaio.

È un’usanza smaltire i portafortuna del vecchio anno durante lo shogatsu

Shogatsu 正月 Capodanno Giapponese

È la festa più importante del Giappone. La maggior parte delle aziende chiude dal 1° gennaio al 3 gennaio, e le famiglie si riuniscono per trascorrere le giornate insieme.

Gli anni sono tradizionalmente visti come entità completamente separate, con ogni nuovo anno che fornisce un nuovo inizio. Di conseguenza, tutti i compiti devono essere completati entro la fine dell’anno, mentre le feste bōnenkai (忘年会), letteralmente “raduno per dimenticare l’anno” si tengono con lo scopo di lasciarsi alle spalle le preoccupazioni e i problemi del vecchio anno.

Le case e i cancelli d’ingresso sono decorati con ornamenti di pino, bambù e prugne, i vestiti e le case devono “brillare” dalla pulizia.

A Capodanno vengono serviti i toshikoshi soba (spaghetti di grano saraceno), che simboleggiano la longevità. Un’usanza più recente è quella di guardare il programma musicale “kohaku uta gassen”, un programma televisivo molto popolare che vede la partecipazione di molti dei più famosi cantanti giapponesi di J-pop ed enka.

Il 1° gennaio è un giorno molto propizio, l’ideale e cominciarlo con vedere l’alba del nuovo anno (hatsu-hinode), ed è tradizionalmente ritenuto rappresentativo di tutto l’anno appena iniziato. Pertanto, la giornata dovrebbe essere piena di gioia e priva di stress e rabbia, tutto dovrebbe essere pulito e non dovrebbe essere compiuto alcun lavoro.

A Capodanno vengono serviti i toshikoshi soba (spaghetti di grano saraceno), che simboleggiano la longevità. Un’usanza più recente è quella di guardare il programma musicale “kohaku uta gassen”, un programma televisivo molto popolare che vede la partecipazione di molti dei più famosi cantanti giapponesi di J-pop ed enka.

Il 1° gennaio è un giorno molto propizio, l’ideale e cominciarlo con vedere l’alba del nuovo anno (hatsu-hinode), ed è tradizionalmente ritenuto rappresentativo di tutto l’anno appena iniziato. Pertanto, la giornata dovrebbe essere piena di gioia e priva di stress e rabbia, tutto dovrebbe essere pulito e non dovrebbe essere compiuto alcun lavoro.

Il saluto di Capodanno dell’Imperatore

Il 2 gennaio, l’imperatore fa diverse apparizioni pubbliche al Palazzo Imperiale di Tokyo. È una delle due sole occasioni durante l’anno, quando i giardini interni del palazzo vengono aperti al pubblico. (L’altra è il compleanno dell’Imperatore il 23 febbraio).